Serie D …………………. Pizzalonga cede ad un grande Salzano

Silea 12/11/2016   ore 20:30
Pizzalonga Away Olimpia Sile 71  Depuracque Salzano 77    (17-11, 14-30, 20-21, 20-15 )
1o arbitro : Castagna D.
2° arbitro : Pomari A.
 
 OlimpiaSile: Ceron 2, Filippetto n.e., Gabbin, Florian 4, Pranzo 10, Tempesta 2, Asin, Bernardi 38, Facchinetto 9, Possagno, Brollo n.e., Bergo 6.
Allenatore: Loriga, Vice allenatore: Bucciol
 
Depuracque Salzano: Szalaiszter 11, Gobbo 9, Fabris , Pasini 16, Palmarin n.e., Libralato, Rudatis 15, Rigato 6, Criconia 9, Sottana 2, De Nat n.e., Terrin 7.
Allenatore: Zangrando N.  – Vice allenatore Gobbo M. / Bellato G.
LA VOCE DI SALZANO
Riportiamo il titolo e il commento che il Basket Sile riporta sul suo sito per commentare la più bella prestazione fatta dai nostri atleti in questo avvio di campionato…….

 

LA VOCE DI SILEA
E´ arrivata la prima sconfitta in casa della stagione.
A passare al Pala Silea è stato il Salzano, che ha impressionato per qualità di gioco e forza fisica.
Non è bastato un mostruoso Bernardi, autore di ben 38 punti con 7/10 dall´arco e 8 rimbalzi, per avere la meglio della Depuracque, che ha messo in campo un gioco di squadra a tratti spettacolare unito ad un dominio fisico sotto canestro che ha dato ben 11 possessi in più che alla fine hanno fatto la differenza.
Il roster di tutto rispetto con cui è scesa in campo la squadra di coach Zangrando è in effetti di categoria superiore, con giocatori di esperienza prestati alla Serie D o giovanissimi come Criconia in forza alla Reyer di serie A.
La partita è stata decisa nel secondo quarto, quando avanti di 6 punti abbiamo subito un break in pochi minuti di 22-2 che ci ha tramortito.
E´ bastato lasciare un metro a Criconia e Pasini che con 6 bombe consecutive ci hanno punito senza pietà.
Le pause difensive le abbiamo pagate care e abbiamo faticato molto a ricucire.
Grande pressing in difesa e Bernardi che la metteva da ogni dove ci hanno permesso di rientrare anche sul meno 2 a pochi minuti dalla fine.
Sul più bello, quando pensavamo di potercela giocare, Salzano è salita in cattedra e con un giro palla spettacolare ha sempre trovato soluzioni aperte dall´arco o facili da sotto.
E´ sempre difficile digerire le sconfitte, ma dobbiamo saperle accettare.
Quando l´intensità è stata tenuta alta, Salzano ha trovato basse percentuali, pur negli extra possessi e noi abbiamo trovato i punti non solo di Bernardi ma anche di Facchinetto, Pranzo e Bergo.
Abbiamo certamente dato tutto e senza quei 5 minuti di black out il risultato finale sarebbe stato diverso.
Possiamo giocarcela con tutti e con un Bernardi di questo livello possiamo e dobbiamo crederci.
Complimenti ai nostri avversari e ora subito la testa al Bassani Venezia, altro avversario tostissimo, soprattutto fra le mura amiche.
Forza Olimpia Sile!

 

Lascia un commento