U.18 Elite Pronto riscatto in quel di Spinea

SPINEA Vs SALZANO 63 – 68     (15-26, 13-11, 20-12, 15-19).

Salzano: Sanasi 16; Cedolini ,; De Franceschi ,; Barioli 9; Sartor ,; Covino 2; Barbiero 4;Bertato 8; Armellin 7; Gattolin,; Greco 18; Sartoretto 4.
All. Zangrando

Spinea : Boldrin,; Fiore1; Rampazzo 2;Molnar 11; De Poli,; Basato 15; Sechet,; Kurtay,; Numi 7; Carta,; Scancelli 18; Baratto 9.
All. Optale

Arbitri: Girardi / Bolzonella

La voce di SALZANO

 

La voce di SPINEA

Cronaca semi-seria e semi-imparziale delle partite della Pallacanestro Spinea nel Campionato Elite Under 18 Maschile
8/11/15 Prima giornata del girone di ritorno
Vi rassicuro, non è una recensione della fortunata serie di cartoni animati sulle modalità funzionali del nostro organismo ma bensì quello che oramai si sta delineando come modus operandi della squadra.
Partiamo poco concentrati e decisi in difesa lasciandoci impallinare da tutti i lati, dentro e fuori dal pitturato e poi quando le vene giugulari del Coach sono al limite del collasso iniziamo a giocare. Facciamo vedere i “sorci verdi” agli avversari ma poi finiamo per schiattare e non riusciamo a capitalizzare gli sforzi fatti per concludere favorevolmente l’incontro.
Oramai lo svolgimento della partita è la fotocopia degli incontri precedenti. Ci affacciamo con una bomba da 3 di Luca (alla fine anche oggi ne metterà 4) ma subito dopo subiamo un parziale di 0-9 perché siamo troppo “molli” in difesa.
Restiamo in balia degli avversari fino alla metà del 2° quarto dove tocchiamo il -21 per poi cominciare a risalire fino all’inizio del 4° quarto dove effettuiamo il sorpasso ma poi ci facciamo recuperare perché le gambe non tengono più.
Che dire: “siamo fatti così”. Non abbiamo ancora acquisito una maturità sportiva che ci permetta di avere il giusto approccio mentale per gestire in maniera oculata la gara.
A parziale discolpa dei ragazzi è oramai la costante presenza di una panchina cortissima a causa di malanni di stagione che non consente di far rifiatare in maniera adeguata chi si sta dannando in campo o di sostituire chi, per l’influsso della “Luna nera”, non è in giornata.
Rimaniamo in attesa di tempi migliori o di veder le schiene colorate di rosso dalle nerbate (spero solo metaforiche) che il Coach dovrà cominciare a distribuire in allenamento

Lascia un commento