UNDER 16 ELITE……. IL GRANDE GIORNO DI ALESSIO

 

Basket Salzano 74             Tzenis Verona 54                  (17-12; 26-11; 25-12; 6-19)

Basket Salzano’03: Niero M., Busato S. 3, Arduin A. 23, De Nat D. (cap.) 8, Favaro M. 8, Pastrello G., Secchi E. 14, Bertan C. 2, Nunziale G. 4, Vian N. 6, Merlino S., Sartor M. 6.                                                                                                         Allenatore: Gobbo M.   Assistente: Bellato G.

Tzenis Verona: Ruffo L. 9, Peringo A. 4, Romano A., Adami E. 5, Vertuani A. 6, Barcarolo A. 6, Zimonjil S., Pintus L. 4, Mezzanini M. (cap.) 9, Sakey S. 2, D’Onofrio A. 9, Ansemi D. .                                                                                                 Allenatore: Brentegani F.   Assistente: Melchiorre E.

Arbitri: Colizzi E. (VE) – Bolognesi D. (VE)

Salzano – PalaPM, 19.3.2016   ore 16.00

La voce di SALZANO

    Il calendario di questa seconda fase, subito dopo il Petrarca, ci regala nientemeno che il quintetto dei veronesi della Tezenis. La loro prima squadra naviga ai primissimi posti della A2 e la società ha una notevole tradizione cestistica, di primo livello, nello scenario italiano. Fatti i debiti rapporti, ce ne accorgiamo da subito, vedendo i tanti centimetri di cui sono dotati tutti i loro ragazzi.Per fortuna, ci siamo abituati da tempo, a questo ricorrente gap.Infatti, a giganteggiare sono i nostri Cavernicoli che, fin dalle battute iniziali, riescono ad imporsi soprattutto in attacco.

Bombardiere principe si conferma Alessio Arduin, in serata di grazia : irrefrenabile e costante spina nel fianco degli avversari.
A scavare il corposo distacco, con cui andiamo all’intervallo lungo, ci pensano anche tutti gli altri suoi compagni, capaci di trovare sempre il guizzo giusto.
Certamente i 36 punti a nostro favore, massimo vantaggio ottenuto nel terzo quarto, non riflettono i reali valori in campo e non devono certo trarci in inganno.
Verona ha incocciato in una serata certamente nefasta dove, alla pesante assenza di un loro leader, si sono sommate le abulie di alcuni loro giocatori cardine.
Sono un quintetto ben allenato e ben messo in campo dal loro coach ed è pacifico che dovremo fare i conti con loro fino alla fine di questa seconda fase.
Ora, approfittando della pausa pasquale, ci prepareremo al meglio per cercare di non sfigurare nel torneo EuroCamp di Cesenatico dove, per cercare di…ehm… batterci, ci hanno messo nel girone con la Nazionale di Israele, con i campioni europei del Lubiana e i lettoni del Riga…
Vista l’occasione, auguriamo a tutti una Felice Pasqua, piena di ottima cioccolata !!alessio

Lascia un commento